Corte delle scuole medie
Corte delle scuole medie

press to zoom
Palestra scolastica
Palestra scolastica

press to zoom
Schema Assonometrico
Schema Assonometrico

press to zoom
Corte delle scuole medie
Corte delle scuole medie

press to zoom

Luogo

Cliente

Incarico

Dimensioni

Anno

Project Team

 

Castione, Ticino

Comune di Castione

Concorso

4000 mq

2015

STR

Zuanier Associati

 

Comparto Scolastico di Castione

Linea guida della presente proposta progettuale è stata attribuire unitarietà di identità all’odierno polo scolastico: mediante la radicale ricomposizione dei volumi attuali si è inteso superare la disorganica frammentarietà dell’insieme ed organizzare il polo scolastico come luogo polifunzionale compiuto che possa efficacemente rispondere alle diverse esigenze educative, culturali, sportive e ricreative con un impianto architettonico ed urbano semplice e di immediata lettura, privo di interferenze esterne, e che possa nel contempo proporsi già oggi come motore propulsivo dell’atteso futuro quartiere di infrastrutture pubbliche e scolastiche del Comune di Castione. 

 

Il polo scolastico sarà orientato verso il centro urbano e ivi dotato di un grande ingresso comune che, inserito all’interno di un nuovo volume insieme all’aula magna ed alle palestra e piscina, assumerà il ruolo di HUB del complesso aperto alla fruizione pubblica (convegni, seminari, manifestazione sportive) oltre che prettamente scolastica. 

Questo volume polifunzionale, caratterizzato dall’imponente aggetto contenente l’aula magna, risulta coerentemente     collocato in posizione mediana all’interno del polo: rispetto ad esso si dispongono speculari le due Scuole oggetto di intervento (Media a Nord, Infanzia a Sud); in posizione periferica, sempre a Sud, rimane la Scuola Elementare. 

 

Ciascuna parte del nuovo complesso architettonico risulta funzionalmente compiuta ed autonoma e nel contempo adeguatamente collegata alle altre attività mediante il camminamento aereo comune che, a guisa di finger/passerella    pedonale fissa, taglia trasversalmente l’intero complesso sfiorando la Scuola Elementare a Sud, fendendo la palestra    centrale e proiettandosi oltre il perimetro dell’ambito scolastico sino all’edificio storico che ospita attualmente la Scuola dell’Infanzia e che sarà mantenuto con funzioni di tipo pubblico (si ritiene coerente con l’identità del polo scolastico l’ insediamento di un centro servizi/biblioteca/emeroteca), dentro il giardino pubblico che si prevede di posizionare ampliato nell’estremità settentrionale dell’area di intervento.

 

Dal punto di vista architettonico, azzerati i corpi di fabbrica funzionalmente non più adeguati, la forma dei nuovi edifici si presenta di tipo compatto, disposta su non più di due livelli fuori terra con ridotto consumo di suolo ed una organizzazione degli spazi semplice ed intuitiva, accessibile a tutti i livelli ed organicamente sviluppata intorno alle aree verdi cuore di ciascuna attività. 

 

La partitura esterna dei fabbricati della Scuola Media, sia di nuova costruzione che oggetto di risanamento, sarà caratterizzata dall’alternanza di superfici opache e superfici trasparenti a tutta altezza che consentiranno di dotare la Scuola di un percorso anulare comune interno al Piano Terra, oggi mancante. 

 

L’impianto della Scuola dell’Infanzia sarà sviluppato linearmente su un solo piano fuori terra: grandi scatole vuote e colorate, protese leggère verso gli esterni, andranno ad interrompere la linearità planimetrica e formale dell’impianto distributivo della Scuola.

 

L’area destinata alla refezione troverà spazio all’estremità della Scuola dell’Infanzia con spazi operativi e di servizio al Piano Terra, in posizione idonea per le operazioni di carico/scarico merci e rifiuti dalla Carrale di Bergamo, e le sale mensa al Primo collegate alle due Scuole Media ed Elementare del camminamento aereo ed alla Scuola dell’Infanzia dalla scala interna esclusiva.

 

La rivisitazione dell’assetto architettonico si accompagna alla rivisitazione dell’assetto urbano dell’area: verrà eliminato il collegamento di Via delle Scuole con Carrale di Bergamo, fatta eccezione solo per un breve tratto ad Ovest che sarà     mantenuto al fine di servire uno dei parcheggi di progetto nonché la proprietà privata ivi insistente. 

Una nuova strada trasversale, posta in prossimità della Scuola Elementare, a senso unico in ingresso da Carrale di Bergamo, consentirà sia il collegamento automobilistico tra la periferica Carrale di Bergamo e la viabilità pubblica più centrale, sia l’accesso al parcheggio principale di progetto nonché all’area di sosta per i mezzi pubblici scolastici disposti entrambi lungo il tracciato della Ferrovia mesolcinese. 

 

Percorsi pedonali e ciclabili pubblici saranno posizionati alle estremità del nuovo polo scolastico, gli attuali accessi saranno mantenuti con sola funzione di varco secondario / emergenza al fine di “chiudere” il complesso rispetto ad interferenze esterne.