Corte interna
Corte interna

press to zoom
Ingresso scuola primaria
Ingresso scuola primaria

press to zoom
Prospetto nord
Prospetto nord

press to zoom
Corte interna
Corte interna

press to zoom

Scuola primaria Cimadolmo

1° Premio Concorso "Scuole Innovative"

Luogo

Cliente

Incarico

Dimensioni

Anno

Project Team

 

Cimadolmo (TV)

M.IU.R.

Progetto preliminare

1.100 mq

2017

STR

Zuanier Associati

Federico Zuanier

L’obiettivo perseguito in relazione alle finalità del Concorso non riguarda la sola Innovazione delle Scuole nell’ambito dell’architettura, della pedagogia, dell’impiantistica, del risparmio energetico e della sicurezza antisismica, bensì interpreta e rappresenta - in forma di proposta progettuale - le dinamiche che scaturiscono dalla relazione simultanea di queste tematiche.

La convinzione che oggi la costruzione di una nuova scuola - ed in particolar modo di una Scuola dell’Infanzia - non sia più solamente determinata da scelte di natura estetica, materica e di organizzazione meramente funzionale degli spazi (didattici) è determinata dalla consapevolezza che tale pratica sia oggi inscindibile dal binomio pedagogia e architettura.

L’organizzazione planimetrica affronta il tema dell’edifico a corte ed è costituita da due corpi speculari destinati alle aule per attività speciali e libere e da un corpo centrale quale ingresso, mensa e spazio flessibile per le diverse attività di gruppo. Tale disposizione trasmette ai suoi piccoli fruitori un grande senso di protezione, garantendo le condizioni ottimali per il loro sviluppo e per il loro apprendimento. La trasparenza dei fronti interni che affacciano verso il giardino sono lo specchio di un nuovo approccio pedagogico basato sulla fluidità degli spazi e sulla condivisione delle esperienze scolastiche. La scuola a corte, oltre a permettere ai bambini di usufruire di uno giardino ad uso esclusivo dalle generose dimensioni, si configura come una strategia di inserimento urbano chiaramente replicabile in tante delle nostre città italiane caratterizzate da disomogeneità e scarsa qualità edilizia.

L’obiettivo perseguito nella creazione degli spazi interni privilegia la massima flessibilità di questi ultimi: le aule sono prive muri, disegnate da pareti attrezzate opache solo fino ad una certa altezza, mentre terminano con vetrine trasparenti che “abbattono i limiti” della classe e permettono una immediata visione delle attività svolte al suo interno.

La composizione architettonica e il sistema costruttivo della proposta progettuale permettono un alto livello di replicabilità, la realizzazione in fasi di lavoro differenti, l’eventuale ampliamento delle sezioni, la modifica del distributivo a future esigenze grazie all’utilizzo di divisori componibili, una grande durevolezza materica e la stabilità sismica degli elementi utilizzati. La struttura dell’edificio scolastico interamente in legno è costituita da setti portanti in X-Lam, da due travi lamellari principali - in corrispondenza degli spioventi - e da una fitta sequenza di travetti lamellari sagomati di copertura.

La scelta del legno quale materiale strutturale permette di raggiungere agevolmente alti standard energetici con dettagli semplici e collaudati e di realizzare l’edificio in tempi brevi anche suddividendolo in stralci. La scelta del sistema costruttivo adottato è legata tanto a criteri estetici e di comfort degli spazi interni, quanto a principi antisismici: il sistema strutturale formato da pannelli massicci di legno incollato a strati incrociati X-Lam è idoneo per realizzare edifici antisismici e rappresenta l’applicazione dello stato dell’arte e della tecnica nelle costruzioni sicure in legno.

La scelta dei materiali da costruzione, così come degli oggetti d’arredamento, rappresenta un fattore determinante di benessere ambientale.  Il sistema costruttivo X-Lam (pannelli di legno massiccio a strati incrociati) sarà totalmente Bio in quanto privo di colle e additivi chimici e trattato con impregnanti naturali composti da oli e resine vegetali; allo stesso modo i divisori componibili in legno massello e gli arredi quali tavolini, sedie, sgabelli e giocattoli saranno trattati con la medesima attenzione in quanto oggetti a diretto contatto con i bambini. L’intera proposta progettuale per la Scuola dell’Infanzia di Cimadolmo è stata sviluppata con l’obiettivo di conseguire il risultato climatico in “Classe A+”; il raggiungimento di tale prestazione sarà ottenibile con l’adozione di materiali costruttivi di elevata qualità, durabilità ed eco-compatibilità, realizzando un manufatto che è collocabile nella fascia più elevata della qualità edilizia.